Isolfin da oltre 50 anni isolamenti termo-acustici e taglia-fuoco

Isolfin è specializzata nel settore isolamenti termo-acustici e taglia-fuoco. Fondata nel 1961 da Sergio Galli, imprenditore capace e lungimirante, la società rappresenta da oltre 50 anni un affidabile e sicuro riferimento per i maggiori gruppi operanti nei settori petrolchimico, energetico e navale.

Nel tempo Isolfin ha ulteriormente ampliato i propri settori di intervento diventando leader nelle attività di bonifica e rimozione di materiali contenenti amianto e nell'allestimento di ponteggi metallici industriali, nonché nelle attività verniciatura, sabbiatura e fireproofing.

Oggi la società può contare per la direzione ed esecuzione dei lavori su oltre 350 dipendenti altamente qualificati che, in linea con la filosofia aziendale, considerano la sicurezza sul lavoro e la qualità parte integrante dei processi operativi.

50 anni di storia

Le prime attività di Isolfin sono strettamente legate allo sviluppo industriale italiano degli anni Sessanta: l'azienda realizza l'isolamento termico nel nuovo stabilimento petrolchimico Anic (poi Enichem, poi Eni) di Ravenna. L'impegno si estende anche agli stabilimenti Pcbi (Phillips Carbon Black Italiana), che producono nero di carbonio. Nel 1966 viene acquisita la manutenzione della centrale Enel di Porto Corsini.

Il raggio d'azione del resto si era già allargato verso altri siti produttivi nel territorio emiliano-romagnolo: è del 1962 l'acquisizione delle opere di manutenzione negli zuccherifici, da Forlimpopoli a San Giovanni in Persiceto.

L'attività navale e l'espansione

Nel 1965 un ulteriore passo in avanti: l'attività viene rivolta anche al settore navale nel cantiere Breda di Porto Marghera, che costruisce navi mercantili, gasiere e militari; la qualità del lavoro svolto permette all’azienda di acquisire una nuova commessa nella città veneta, nello stabilimento Montedison all'interno del petrolchimico (1967-1968).

Dal  1970 al 1980 opere su nuovi impianti, legate a commesse di importanti società di ingegneria nazionali e straniere:  Snamprogetti, Tecnimont, Foster Wheeler (impianti di butadiene - stirolo - lattici carbossilati - linee ammoniaca nel petrolchimico di Ravenna. Ciclo pentadiene - ampliamento impianto cracking nel petrolchimico di Porto Marghera).

Gli anni Ottanta rappresentano un periodo di ulteriore consolidamento con la realizzazione delle seguenti opere:

  • nuovo impianto Carpol Carpefin di Eni a Carpinello (FC), per la produzione di fibre sintetiche;
  • isolamento a bordo delle nuove corvette della Marina thailandese e irachena costruite nel cantiere Breda di Porto Marghera;
  • isolamento su tutte le tratte esterne dell'acquedotto di Romagna, commessa affidata a Isolfin dalla CMC di Ravenna.

Dal 1980-2011 Isolfin sviluppa una collaborazione con la Rosetti Marino SpA nella realizzazione di numerose piattaforme come:

  • Rospo Mare (in collaborazione con Bouygues Offshore)
  • Kashagan
  • Halfdan
  • Annamaria
  • Sabratha

Le "regine dei mari"

Nel 1989 avviene la svolta nelle attività del settore navale: Isolfin partecipa alla costruzione di navi da crociera per conto di Fincantieri spa.
Sono molte le "regine dei mari" sulle quali la società ravennate ha lavorato: dalla Costa Classica alla Costa Romantica; dalla Disney Magic alla Disney World, per la Disney Cruise Line.

Senza dimenticare, dal 1999 al 2005, la flotta crocieristica di Holland America Line HAL:

  • Veendam
  • Westerdam
  • Oesterdam
  • Zuiderdam
  • Noordam
  • Amsterdam
  • Rotterdam

oltre a Cuunard e P&O.
L'impegno è proseguito con le opere di isolamento delle navi da crociera Costa Favolosa, Deliziosa e Fascinosa (2006-2011).

Nel 2008 Isolfin acquisisce  inoltre contratti di esecuzione dell'isolamento nello stabilimento Fincantieri di Ancona per le navi da crociera della Compagnie du Ponant e di Silversea

Nuovi settori: bonifiche dall'amianto e ponteggi

A seguito della legge 277 del 1991, relativa alla regolamentazione delle attività in presenza di amianto, Isolfin ha iniziato le attività nel nuovo settore delle bonifiche, in impianti industriali, civili e navali.

I lavori in questo campo proseguono parallelamente ad altre importanti commesse. Dal 1995 al 1998 realizzazione dell'isolamento dei serbatoi di ammoniaca nello stabilimento Enichem di Porto Marghera; 1997-1998 interventi nel nuovo impianto Alusuisse gruppo Lonza (poi Polynt) a Ravenna.
Nel 2000 Isolfin consegue la certificazione ISO 9001:2000. Un anno più tardi avviene l'ampliamento delle attività nel settore di allestimento di ponteggi metallici; poi i contratti di manutenzione per isolamento e ponteggi nelle centrali Enel di Marghera, Fusina e Porto Tolle (RO) e Porto Corsini (RA).
Nel 2010 l'acquisizione del contratto di manutenzione per isolamento e ponteggi nella raffineria Eni di Venezia.

Il rapporto di fiducia con i committenti è continuato negli anni. A tutt'oggi Isolfin  ha mantenuto il legame con Eni nel petrolchimico di Marghera, Ravenna, e nelle raffineria di Venezia e  Livorno. Con Enel, per le centrali di Porto Tolle, Fusina, Marghera e Porto Corsini; con Fincantieri a Marghera e Venezia. Continuano poi le attività in vari impianti di Ravenna.

Nel 2013 Isolfin decide di ampliare ulteriormente il numero di servizi da offrire e acquisisce la maggioranza delle azioni di Saida SpA, azienda con esperienza ultra decennale in ambito industriale, navale e offshore nel campo dei trattamenti anticorrosivi, di sabbiatura, verniciatura e fireproofing. Per circa due anni Saida fa parte del gruppo Isolfin mantenendo piena continuità giuridica e operativa fino a raggiungere la completa incorporazione il 1° Settembre 2015.

Saida è nata dall’idea imprenditoriale di alcuni professionisti del settore oltre 30 anni fa e, in questo lungo periodo di attività, ha saputo consolidare la propria presenza sul territorio nazionale estendendo le tipologie di lavorazioni nel settore e acquisendo sempre maggiore credibilità presso committenti nazionali ed estere.

Nel 2013, entrando a far parte del gruppo industriale Isolfin, si è garantita così la possibilità di gestire in maniera integrata tutte le attività svolte dalle società del gruppo ed avvantaggiandosi delle conseguenti sinergie.

Nel Settembre 2015, a seguito della definitiva incorporazione con Saida, Isolfin è ora in grado di estendere ulteriormente le proprie attività ed eseguire lavorazioni su progetti che hanno attuazione in tutto il mondo.